skip to Main Content

ARTICO

Montagne scoscese, imponenti ghiacciai e vegetazione rigogliosa, l’Artico è una delle mete più ambite dai viaggiatori che cercano l’avventura. Vivete il risveglio stagionale della natura nelle Isole Britanniche del Nord, in Norvegia, alle Svalbard, in Islanda, in Groenlandia e nell’Artico canadese.
Navigate a bordo di gommoni Zodiac lungo le pareti rocciose popolate da uccelli e spingetevi in kayak tra i maestosi iceberg che scintillano sotto il sole di mezzanotte. Visitate le rovine vichinghe e gli antichi insediamenti Inuit; ammirate da vicino le balene, i trichechi e le foche, mentre le renne e i buoi muschiati pascolano su prati di tundra ricoperti di fiori selvatici. Esplorate i fiordi mozzafiato delle isole Svalbard, le imponenti cascate islandesi, ammirate la grandiosità dei ghiacciai groenlandesi e le spiagge popolate dagli orsi polari nelle remote acque della Baia di Baffin e della regione del Nunavut.

L’ESPERIENZA ALLE SVALBARD
Le isole Svalbard emergono scenografiche dall’Oceano Artico a metà strada tra Capo Nord in Norvegia e il Polo Nord. Danno eloquente prova della lenta ma incessante attività della natura, segnata e corrugata dai ghiacciai che coprono ancora il 60% della loro massa. Picchi di pietra a far da sentinella si ergono sopra fiordi profondamente scavati e baie scintillanti. In estate, la rada vegetazione della tundra esplode rigogliosa sotto l’incessante irraggiamento del sole di mezzanotte. Milioni di uccelli migratori arrivano dalle regioni meridionali per nidificare, riprodursi e nutrire i loro piccoli su ripide scogliere, spiagge di ghiaia e prati di tundra. Le renne con i loro elaborati palchi di corna brucano le pendici dei fiordi; volpi artiche e gabbiani predatori popolano i margini dei luoghi di riproduzione dei vari animali, cercando di cogliere l’opportunità per un lauto pasto. Le foche e i trichechi placidamente sdraiati su scogliere e spiagge dove si ritrovano per la stagione riproduttiva, e gli orsi polari pattugliano pazienti le coste rocciose e il ghiaccio galleggiante, mentre le balene nuotano e saltano al largo, nutrendosi dell’abbondanza di cibo che il
mare regala con la bella stagione. Qua e là testimonianze sbiadite della presenza umana resistono al passare del tempo: ossa di balena e manufatti medievali risalenti al periodo della caccia ai cetacei; tronchi levigati dal vento nel luogo di partenza di una spedizione verso terre inesplorate; una capanna dove qualcuno ha trascorso un lontano, buio inverno. Viaggeremo in Zodiac e in kayak e faremo trekking sulle isole per sperimentare ed esplorare queste terre isolate e incontaminate, dove per un tempo effimero il giorno non finisce mai, illuminato dalla costante presenza del sole.

L’ESPERIENZA IN ISLANDA
Tra tutte le terre del Grande Nord, l’Islanda è la terra che forse meglio di altre riesce a far convivere il progresso della civiltà con un’anima singolarmente selvaggia e indomita, piena di meraviglie geologiche che lasciano a bocca aperta e paesaggi incantevoli di eccezionale bellezza: cascate maestose che fanno tremare la terra con la forza dell’acqua, vette che si ergono imperiose
e fumanti bocche vulcaniche sono intervallate da un’inedita geografia verde che ospita milioni di uccelli nidificanti e coste frastagliate lambite da un mare ricchissimo di pesci e mammiferi marini,
balene, delfini e foche. Si dice che i vichinghi l’abbiano chiamata Islanda – terra di ghiaccio – per nascondere il segreto della sua abbondanza. Ma andremo noi stessi, a bordo di Zodiac, kayak o a piedi, a scoprire quali meraviglie ci aspettano negli alti e sinuosi fiordi, nelle ampie valli verdi e nelle alte formazioni rocciose del mare dell’Islanda.

L’ESPERIENZA IN GROENLANDIA
La Groenlandia è la più grande isola del pianeta, si estende dalle vicinanze del Polo Nord verso sud attraversando il Circolo Polare Artico, dove si insinua tra l’Oceano Atlantico settentrionale e l’Oceano Artico. Il suo perimetro è costellato da innumerevoli fiordi, scavati in profondità nelle rocce più antiche e vivacemente colorate del pianeta. Queste vie d’acqua serpeggiano tra imponenti catene montuose e lingue di ghiaccio che scendono dall’immensa calotta glaciale e precipitano in mare. Le coste sono il luogo dove si concentra la vita in Groenlandia. L’estate è un tripudio di vita: tappeti di fiori, immense colonie di uccelli che si riproducono e mandrie di caribù e bovini muschiati, volpi artiche e orsi polari. Foche, trichechi e molte specie di balene, dalle
megattere alle orche raggiungono le acque della Groenlandia per la stagione calda. Piccole comunità umane isolate sono sparse tra i fiordi, accessibili solo via mare con barche o kayak, a piedi o, in inverno, con slitte trainate da cani. La nostra nave è la chiave per esplorare questo luogo maestoso. Scopriamo le vedute nascoste tra picchi coperti di neve. Ci infiliamo tra imponenti iceberg in gommoni e kayak, scaliamo pendii di tundra luminosi di fiori e incontriamo le persone che vivono in questo luogo difficile e squisitamente bello.

L’ESPERIENZA NEL NUNAVUT
Le destinazioni più remote esplorate durante la stagione artica di Seabourn Venture sono le isole dell’arcipelago artico canadese, ora incluse nell’enorme territorio di Nunavut. Le isole formano una curva che completa la costa occidentale della Groenlandia, racchiudendo la baia di Baffin e lo stretto di Davis. Visiteremo la piccola comunità di Pond Inlet sulla parte settentrionale dell’isola di Baffin per dare uno sguardo alla cultura Inuit, moderna ma ancora legata alle antiche tradizioni per scelta e necessità. Su Devon Island, raggiungeremo la città fantasma di Dundas Harbour e navigheremo fino al ghiacciaio di Croker Bay. A Beechey Island, potremo rendere omaggio alle tombe di tre membri della celebre spedizione di Sir John Franklin alla ricerca del Passaggio a Nord Ovest, che vi persero la vita durante il lungo inverno del 1845. L’isola di Lady Franklin e Monument Island sono intitolate all’esploratore e alla sua moglie, e le loro alte scogliere battute dal vento e frequentate da uccelli marini in riproduzione, spesso pattugliate da orsi polari alla ricerca di foche e trichechi, forniranno un climax drammatico alla nostra memorabile stagione nei meravigliosi e raramente visitati regni del sole di mezzanotte.

Porti Principali

wave

Tromso, Norvegia

Tromsø è la città più grande della Norvegia settentrionale e il nono comune più popoloso del Paese

Husavik, Islanda

Andare a vedere le balene nella baia di Skjálfandi o visitare il Museo delle balene della città. Altri musei celebrano la storia locale e l’esplorazione.

Reykjavik, Islanda

Reykjavik è la capitale più a nord del mondo. Il suo nome si traduce come “baia fumosa”, in riferimento alla natura geotermica dell’area circostante.

Richiedi informazioni sulle crociere

    Sono un:

    Back To Top